Comitato Navigli, insieme per ritrovare un’identità di quartiere che si va smarrendo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Esperienza comune. Attraversare il piazzale di Porta Genova, e sentirsi chiedere: “I Navigli?”.

Tratto urbano delle ‘vie d’acqua’ origine del nome stesso della città, ‘I Navili’  hanno caratterizzato Milàn nei secoli, resa più attrattiva negli ultimi decenni. Perdendo per contro, secondo il comitato dei residenti la loro vera anima. E se i Navigli sono presenti frequentemente nelle pagine dei giornali, “Difficilmente -per il Comitato Navigli- si trovano evidenziate le opinioni, le richieste, le aspettative e le denunce che i residenti e i cittadini del quartiere esprimono, propongono, manifestano. In un quartiere che si sta trasformando sono spariti il commercio di vicinato e le botteghe artigianali, è aumentata la difficoltà di muoversi, sono sempre più preziose le ore di sonno, è in agguato un inquinamento sottile determinato dagli scarichi degli esercizi commerciali, dal rumore di chi li gestisce e di chi frequenta questi luoghi e non li rispetta e dove le strade sono sepolte sotto rifiuti di ogni tipo e dove la sporcizia si annida ovunque.

 

Alzaia Naviglio Pavese: il chiaro delle cartacce a terra sporca i colori della Movida. Quando il diritto a una serata in spensieratezza deve rivestirsi di senso civico.

In questa realtà -sostiene il Comitato Navigli- si nascondono, ma sono ben visibili, attività illegali che crediamo siano conosciute, ma di cui non si parla abbastanza e non sono oggetto in modo adeguato d’ interventi da parte delle forze dell’ordine.
E’, forse, necessario arrivare a situazioni estreme come a Torino, perché siano approvate nuove regole sulla vendita di bevande da asporto e pesanti sanzioni per i locali rumorosi, e per ottenere il riconoscimento di diritti sanciti dalla normativa nazionale ed europea, spesso mal interpretate?
Ci auguriamo di no.

Le istituzioni locali -conclude il Comitato Navigli- hanno sottovalutato i problemi che l’aumento non controllato e non regolamentato di una sola tipologia di commercio ha generato, hanno sottovalutato il conseguente degrado e le conseguenze della scomparsa dell’identità di un luogo ricco di storia”.

 

Redazione

Credits Foto: Comitato Navigli

Be the first to comment

Leave a Reply